Addio cinquantini

Visualizzazione 7 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #17108
      Anonimo
      Inattivo

      E mi rendo conto di essere diventato vecchio, purtroppo. Quei tempi non ci sono più. Ecco un interessante (e triste) articolo Addio cinquantini

    • #17110
      Mastic
      Amministratore del forum

      I cinquantini sono morti per molti motivi. Certo, mancano i ragazzi. Ma sono morti il giorno che sono stati (anche giustamente secondo me) equiparati alle moto. Obbligo di assicurazione e targa, casco. E l’assicurazione costa cara, come quella dei 125, perché le compagnie considerano che sono mezzi guidati da ragazzi giovani, che tendono a fare più incidenti. E a subirne, purtroppo.
      E così tanti anni fa è iniziato il declino dei cinquantini.

      A me più che i cinquantini (e ne avevo uno pompatissimo e velocissimo) manca la possibilità di mettere mano alle moto e personalizzarle. Una volta ti facevi le cose in casa. Oggi si è perso molto questo gusto. Forse anche per colpa nostra

    • #17111
      Anonimo
      Inattivo

      Una volta ti facevi le cose in casa.

      Già anche quello era un passatempo …. adesso i ragazzi hanno il cellulare.

    • #17120
      Fuzz
      Partecipante

      Per noi… per me che abitavo in campagna, era l’unico mezzo che permetteva di restare “connesso” al gruppo di amici 😉
      Ed eravamo tanti, andare al classico punto di ritrovo un rito…da li nasceva tutto, un giro in giro senza meta, al momento le ragazze (poco più tardi, ci saremo mangiati i gomiti…) davano quasi fastidio, potevamo andare a fare il bagno nel fiume…oppure al grido; …in vetrina da Urbano 🙂 ci sono testa e cilindro Simomini, il phb 22 e la Sito! Partiva la spedizione, dei soliti 🙂 che frugandosi le tasche, compravano quello che li avrebbe impegnati in garage nei giorni successivi…poi si sbiellava ogni bene 🙂 e si ripartiva da capo…questa cosa mi è passata da poco.
      Certo, i costi aggiuntivi hanno dato il colpo di grazia…ma sono cambiati anche i costumi, oggi se i figli chiedono di essere accompagnati li portiamo ovunque, genitori che si attrezzano fra chi li porta e chi li riprende, ad ogni ora…se lo chiedevo io, ma per i miei amici era lo stesso, magari una volta…due, poteva andare, ma poi capivi che era meglio fare basta.
      Mettici anche che oggi vengono visti, dai genitori, come macchine del demonio 🙂 vale poco certo…ma di tanta gente che conosco, stringe un patto del tipo; ti comprerò la macchina..ma niente motorino!…al massimo una Minicar…e qui ci sarebbe da ragionar parecchio 😉

    • #17121
      Anonimo
      Inattivo

      ti comprerò la macchina..ma niente motorino!…

      Hai riassunto in due parole il dramma dei giorni nostri

    • #17122
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      Per noi… per me che abitavo in campagna, era l’unico mezzo che permetteva di restare “connesso” al gruppo di amici 😉
      Ed eravamo tanti, andare al classico punto di ritrovo un rito…da li nasceva tutto, un giro in giro senza meta, al momento le ragazze (poco più tardi, ci saremo mangiati i gomiti…) davano quasi fastidio, potevamo andare a fare il bagno nel fiume…oppure al grido; …in vetrina da Urbano 🙂 ci sono testa e cilindro Simomini, il phb 22 e la Sito! Partiva la spedizione, dei soliti 🙂 che frugandosi le tasche, compravano quello che li avrebbe impegnati in garage nei giorni successivi…poi si sbiellava ogni bene 🙂 e si ripartiva da capo…questa cosa mi è passata da poco.

      Poesia

    • #17123
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      Anni fa parlavo con un amico d’infanzia e di tassello del mercato automobilistico, lui è un funzionario Fiat, e mi diceva che la maggior preoccupazione del gruppo FCA riguardo le vendite non era la concorrenzadi tedeschi, gapponesi o coreani bensì il disinnamoramento per le auto e le cambiate priorità.
      Per noi erano pochi i momenti che ti dicevano che stavi diventando grande, ma erano importantissimi, prima di tutto le chiavi di casa, poi il motorino e quel senso di libertà e indipendenza che neanche l’auto avrebbe dato.
      Oggi se all’uscita di una scuola e domandi a 100 ragazzi: preferisci il motorino a fine anno o un viaggio di 10 giorni a Londra? Oppure il motorino o l’ipad di ultima generazione… il 70% degli intervistati non sceglie il 50ino.
      E più la città ha dimensioni importanti e più questo fenomeno si evidenzia. Sicuramente i costi di gestione sono diventati proibitivi, il fatto di dover lasciare all’aperto il mezzo alla mercè di ladri vandali e agenti atmosferici pure.
      Quando la guida autonoma a 4 ruote sarà una realtà il mezzo di trasporto sarà poco più di un taxi.
      Ed è anche per questo che quando qualche 20enne mi da del “vecchio” io gli dico che sono nato nel momento giusto 😉 😉 😉

      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 9 mesi fa da Bobpezzadoo.
    • #17125
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      null

      corriere motori prede spunto da motoskills 😉

      • #17212
        Mastic
        Amministratore del forum

        Oops. Sto pulendo il Forum e questo messaggio l’ho trovato solo ora stranamente non pubblicato. Però non si legge, sai? Dovrai leggercelo tu 😀

Visualizzazione 7 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti