Endurance, 8 ore Suzuka

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Sport e Gare Endurance, 8 ore Suzuka

Visualizzazione 5 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #2133
      zio franco
      Partecipante

      Nakasuga il più veloce nella combinata, grazie al tempo siglato al mattino in 2’07”540. Alle sue spalle, con poco più di due decimi di ritardo, la Honda HARC-PRO di Jack Miller

      Queste le ultime prima dell’evento storico di portata mondiale che partirà domenica mattina all’alba per l’italia,ore 4.30 – 12.30 sul satellite

      Novità ancora più succosa se si considerano i piloti provenienti dal campionato mondiale,che non è bello secondo me rispetto alla riserva giapponese che dominava allora fatta di team privatissimi e case ufficiali che talvolta gliele suonavano,ma tant’è che le case lo vedono come un premio,riconoscimento di fedeltà,una vetrina ed una sfida tecnologica nel paese che ha fatto della tecnologia un mantra

      Haslam,Miller,Bradl che è incerto fino all’ultimo,Guintoli,Brookes,Lowes e gli Italiani De Rosa e Canepa

      Curioso anche per l’assenza dalle prime posizioni di Sert,l’equipaggio Suzuki che ci aveva abituato anche allo Junior per lanciare i giovani,attualmente primo in classifica

      1 Suzuki Endurance Racing Team Suzuki
      GMT94 Yamaha Yamaha
      YART – Yamaha Yamaha
      Team SRC Kawasaki Kawasaki
      Maco Racing Team Yamaha
      F.C.C. TSR Honda Honda
      Yamaha Viltaïs Experience Yamaha
      Tati Team Beaujolais Racing Kawasaki
      EVA RT Webike Trick Star Kawasaki
      Honda Endurance Racing Honda
      Bolliger Team Switzerland Kawasaki
      Voelpker NRT48 Schubert-Motors by ERC BMW
      AM Moto Racing Competition Kawasaki
      20 No Limits Motor Team Suzuki

      • Questo topic è stato modificato 4 anni, 6 mesi fa da Netbikers.
    • #2138
      lukethebike
      Moderatore
      • #2151
        Dragonair
        Partecipante
        • #2233
          lukethebike
          Moderatore

          @Dragonair in realtà non penso nulla di ciò che non conosco.
          Penso che mi dispiace sempre per un pilota che si fa male, in questo caso per il povero McGuinness. Ma è un fatto intimo e soggettivo.

          Dal punto di vista tecnico, se trattasi di guasto, come hanno detto, per esprimere un parere oggettivo è necessario conoscere i fatti: Gemba Gembutstu Genjitsu.
          Io non li conosco, quindi non sono in grado di esprimere pareri.
          Le informazioni passate alla stampa citate nell’articolo sono solo generiche.
          Nulla per farsi un idea.

          Sorry 🙁

          Ci vediamo presto.

    • #2232
      Mastic
      Amministratore del forum

      Ci sono già i tempi delle prove, ma io da un paio di giorni ho in canna questo aggiornamento, inviatomi dall’ufficio stampa del Campionato, e per ora metto questo. Confidando che i nostri amici superappassionati provvedano al resto 😉

      Il FIM EWC è uno dei pochi campionati internazionali in cui le squadre sono libere di scegliere i loro pneumatici. Ciò significa che la Suzuka 8 Hours sarà anche una battaglia di tre pesi massimi: Bridgestone, Dunlop e Pirelli.

      Hiroshi Yamada, Manager, Bridgestone Motorsport Giappone
      “La Suzuka 8 Hours è una corsa molto speciale e uno dei più grandi eventi per Bridgestone, perché è una gara leggendaria e molto popolare in Giappone. Abbiamo vinto tutte le 11 edizioni della Suzuka 8 Hours dal 2006. Ci sono 31 squadre equipaggiate con Bridgestone alla gara di quest’anno. Forniremo ai nostri clienti 2000 pneumatici prototipo e circa 1000 pneumatici.
      L’edizione 2017 è speciale perché è il 40 ° anniversario della gara e, naturalmente, il finale del Mondiale. Faremo il nostro meglio per ottenere un’altra vittoria, e idealmente vorremmo vedere tre squadre con i cappellini Bridgestone sul podio dopo la gara!”

      James Bailey, responsabile delle PR e comunicazione, Dunlop
      “Il Campionato del Mondo FIM Endurance è un vero e proprio banco di prova per i pneumatici Dunlop. Le distanze raggiunte in EWC sono un ottimo test di durata e premiano i pneumatici che hanno una resa costante per tutta la gara.
      Dunlop ha una lunga e gloriosa collaborazione con EWC, essendo il produttore di pneumatici di maggior successo nella storia della serie. La nostra conquista con Suzuki Endurance Racing Team (SERT) del titolo 2016 ha segnato l’undicesimo mondiale vinto dalla combinazione SERT/Dunlop e il 16° Campionato EWC di Dunlop dal 1994.
      Suzuka pone delle sfide uniche. Le curve lunghe, la varietà di raggi di curvatura e pendenze mettono a dura prova piloti, pneumatici e moto. Tutto ciò, assieme al meteo mutevole, può portare a una gara emozionante. Nonostante l’indubbio prestigio della competizione in sé (comparabile a Bol d’Or e a Le Mans come singolo evento iconico), quest’anno siamo impegnati soprattutto per costruire un successo senza precedenti nel campionato. Con entrambe le squadre GMT94 Yamaha e SERT in lotta per il campionato, la nostra priorità è trattare le nostre squadre allo stesso modo nella lotta per il titolo”.

      Davide Gerosa, responsabile del Product & Business Development, Pirelli Moto Racing
      “L’Endurance per Pirelli è doppiamente importante: è infatti un banco di prova per le specifiche approvate e sviluppate sia nel Mondiale SBK che nei campionati nazionali. Lo sviluppo di una parte della gamma è affidata tra l’altro proprio alla partecipazione all’Endurance. Le gare di notte e di giorno, sia con il freddo che con il caldo, sono l’ultimo passo per confermare una specifica, prima di mettere in commercio un pneumatico.
      Tutto lo sviluppo e il test che facciamo durante la stagione è possibile grazie ai nostri partner che corrono con Pirelli da molto tempo: Bolliger da più di 15 anni; SRC Kawasaki, cinque volte vincitore delle 24 Heures Motos e quattro volte del Bol d’Or con gomme Pirelli. E nuovi partner, come Moriwaki in Giappone.
      Questo è il nostro primo anno con Moriwaki e siamo molto lieti di poter aiutare il loro ritorno all’All Japan SBK; e nel 2017 alla 8 Ore di Suzuka.
      Il Giappone ha condizioni molto diverse dall’Europa, e questo ci dà la possibilità di sviluppare i nostri pneumatici in un mercato molto importante con un partner forte. Stiamo lavorando sodo per aiutarli a raggiungere il miglior risultato possibile”.

    • #2252
      Mastic
      Amministratore del forum


      YAMAHA FACTORY IN POLE alla 8 Ore di Suzuka

      Katsuyuki Nakasuga ha confermato la pole position per lo Yamaha Factory Racing Team precedendo il team Suzuki Yoshimura e il Kawasaki Green Team.

      2’06.038 il suo tempo sul giro, che non ha abbassato il record segnato nel 2015 da Pol Espargaró. Katsuyuki Nakasuga regala così la terza pole position di fila al team ufficiale Yamaha, che ha visto un altro suo pilota, Alex Lowes segnare il secondo tempo nella Superpole in 2’06.225.

      Così si dà la bandiera a scacchi!


      Nakasuga, Lowes e Van Der Mark insieme al grande Kenny Roberts

      Seconda posizione in griglia di partenza per il Team Suzuki Yoshimura con Takuya Tsuda (2’06.282), davanti al team Kawasaki Green, con Leon Haslam a quota 2’06.381. Buone prove anche per il Team F.C.C. TSR Honda, che segue con il tempo di 2’06.600 segnato da Dominique Aegerter.

      Musashi Harc-Pro Honda partirà dalla quinta posizione grazie al 2’06.671 firmato da Takaaki Nakagami.

      Sesto posto in griglia per il Team Yamaha YART, con Broc Parkes a quota 2’07.634. Seguono le squadre Moriwaki Motul, Honda Suzuka Racing Team, Kagayama e Satu Hati.

      Due le cadute in Superpole: Sylvain Guintoli (Yoshimura Suzuki Motul Racing) e Yudai Kamei (Honda Suzuka Racing).

      La classifica della Superpole

      Lo schieramento di partenza

    • #2260
      Mastic
      Amministratore del forum

      La Otto ore di Suzuka, ultima gara del Mondiale Endurance si è chiusa con la vittoria (la terza consecutiva) della squadra Yamaha Factory, con i piloti Katsuyuki Nakasuga, Alex Lowes e Michael Van der Mark.
      Agli occhi nostri però è importante l’11° posto della squadra satellite Yamaha GMT94, perché è stato sufficiente a Niccolò Canepa e a David Checa per laurearsi campione del mondo Endurance.
      L’alloro del 29enne genovese è di particolare rilievo, perché resterà come il primo di un pilota italiano. Canepa aveva già vinto tre appuntamenti mondiali: la 24 Ore di Le Mans, la 8 Ore di Oschersleben e la 8 Ore dello Slovakia Ring.

      Dunque festival Yamaha (davanti a 128mila spettatori!), con la Suzuki SERT in crisi e ulteriormente rallentata da una caduta nel corso della terza ora di gara.
      Sul secondo gradino del podio troviamo dunque la squadra Kawasaki Team Green, e terza la Honda F.C.C., che fino a mezz’ora dal termine è stata in lotta per il successo; poi a rallentarla è intervenuto un problema meccanico che ha costretto a una sosta ai box.
      Una gara tiratissima, manco si fosse trattato di un gran premio, con la pioggia che a metà corsa ha complicato le cose, con diversi piloti che sono rimasti in pista per non aggiungere una sosta non programmata.

      La classifica finale di gara


      Il video della partenza


      Randy De Puniet scatenato con la Honda FCC


      Ancora De Puniet illustra le differenze fra la sua Honda e le moto standard


      La tradizionale partenza con la corsa a piedi dei piloti


      Ancora la partenza


      Cambio pilota, rifornimento e gomme per il Team iridato Yamaha GMT#94


      Molte cadute in gara, anche a causa della pioggia


      La Suzuki ha ricordato Anthony Delhalle scomparso nel corso della stagione


      L’ultimo podio del mondiale 2016-2017

      • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 6 mesi fa da Mastic.
    • #2283
      zio franco
      Partecipante

      Bellissima !

      La partenza in tutto il suo contesto è da brividi

Visualizzazione 5 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti